talea di geranio zonale - un giardino in diretta
talea di geranio zonale – un giardino in diretta

A fare compagnia alla mia stella di natale (Euphorbia pulcherrima) ho messo a radicare questa talea di geranio zonale.
E’ un gentile regalo da parte della mia vicina.
Fin dalla primavera scorsa ho seguito, giorno dopo giorno, la straordinaria crescita di questi gerani portentosi nel balcone affianco al mio. Nel giro di qualche mese da due rametti insignificanti sono venute fuori due piante alte più di un metro con una quantità impressionante di fiori rossi come il fuoco. Uno spettacolo entusiasmante!
Poi è arrivato l’autunno e la mia vicina ha cominciato a preoccuparsi di come far sopravvivere i suoi fenomeni all’inverno. Le ho raccontato la mia sfortunata esperienza, ma non mi ha creduto ed ha preferito avere fiducia nella forza delle sue piante. Così, le ha lasciate sul balcone, coperte da un telo ed un’improvvisata barriera di sedie di plastica. La prima discesa sotto lo zero, però, ha impietosamente lessato, come bietole nell’acqua bollente, i fusti e le foglie dei due giganti.
Ora, tutte le speranze di rivedere tutto lo splendore della bella stagione sui nostri balconi, sono riposte in questa talea.
Argh, che responsabilità!

talea di geranio zonale, buongiorno giardinieri!

2 pensieri su “talea di geranio zonale, buongiorno giardinieri!

  • 19 Gennaio 2015 alle 11:52
    Permalink

    Ma che bello! Una "mission…possible" tipo arca di noe' ma in verde!:-D Spero di vederli in tutto il loro splendore sul tuo balcone la prossima estate.Sono curiosa perche'sono anni che non li vedo piu'questi gerani cosi'rigogliosi e rustici che coltivava,sempre da talea regalata,anche mia madre e che ho rivisto solo in una casa contadina romagnola… ma in un programma tv!Buona settimana:) giuliana

    Rispondi
  • 20 Gennaio 2015 alle 5:06
    Permalink

    Però quella talea sembra felice e in buona salute e la tua vicina avrà imparato a tenerne da parte qualcuna anche per lei… 😉 Buona giornata

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *