prezzemolo (Petroselinum crispum) - un giardino in diretta
prezzemolo (Petroselinum crispum) – un giardino in diretta

Tutti dicono che coltivare il prezzemolo (Petroselinum crispum) sia facilissimo, però io non ci sono mai riuscita!

Ho comprato un milione di volte i vasetti che a primavera propone il supermercato o il vivaio con il misero risultato di vedere l’adorato prezzemolo (Petroselinum crispum) ingiallire e finire nella pattumiera nel giro di poco tempo.

Mi sono anche cimentata nella semina ed è stato un disastro ancora più frustrante perchè pochissimi semi sono arrivati a germinare e quei pochi sono finiti per seccare ancora prima di poter cogliere qualche foglia da mettere nel piatto.

Questa mattina presto, mentre innaffiavo il giardino, la vicina mi ha salutato e mi ha invitato a prendere un mazzetto del suo prezzemolo. Ho accettato volentieri, non solo per onorare la sua cortesia, ma anche per poterle domandare come faceva ad avere quella meraviglia profumata in abbondanza.

Le istruzioni che ho ricevuto sono state precise e semplici: un vaso ampio tutto per lui in modo che possa trovare spazio per autoseminarsi, terriccio leggero ben concimato con materiale organico, compresi i fondi del caffè, e mescolato ad argilla espansa che trattiene l’umidità, posizione ombreggiata ed innaffiature regolari.

Facile, no? 😉

prezzemolo (Petroselinum crispum), buongiorno giardinieri!
Tag:                                 

4 pensieri su “prezzemolo (Petroselinum crispum), buongiorno giardinieri!

  • 15 Luglio 2015 alle 8:01
    Permalink

    Incrocia le dita e buona fortuna !!!
    Laura

    Rispondi
    • 15 Luglio 2015 alle 8:12
      Permalink

      tu dici, Laura, che è questione di fortuna? ma sì, forse hai ragione, incrocio le dita e ci riprovo! 😉

      Rispondi
  • 16 Luglio 2015 alle 7:53
    Permalink

    Anche io ho provato mille volte poi ho lasciato perdere. Se riesci con questa tecnica della tua vicina fammi sapere che provo anche io!

    Rispondi
    • 16 Luglio 2015 alle 8:56
      Permalink

      La prima cosa che dovrò fare è trovare un vaso capiente ed una posizione adatta… poi, sicuro, ti racconterò l'evoluzione di questo ennesimo tentativo!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *