piante di ottobre - Peonia Lactiflora Sarah Bernhardt - un giardino in diretta
piante di ottobre – Peonia Lactiflora Sarah Bernhardt – un giardino in diretta

Il giallo oro di queste foglie sono uno spettacolo nel grigio piovoso di questi giorni, una ricchezza per gli occhi e per il cuore che non si rassegna al freddo che avanza e che spoglia il giardino dei suoi fiori. Sono le foglie delle mie strepitose peonie Lactiflora ‘Sarah Bernhardt’.

Tra qualche settimana saranno annerite dal gelo e allora le taglierò alla base dei fusti. La peonia Lactiflora ‘Sarah Bernhardt’ è una peonia erbacea che, rispetto a quelle arbustive, è decidua, scompare durante la stagione invernale per riprendere il suo ciclo vitale a primavera. Qui nel mio giardino, verso la fine di marzo, i suoi germogli rossi segnano l’inizio del risveglio di tutto il giardino.

germogli di peonia - un giardino in diretta
germogli di peonia – un giardino in diretta

La coltivazione delle peonie erbacee, come la mia peonia Lactiflora ‘Sarah Bernhardt’, è davvero poco impegnativa. Sono piante resistenti al freddo, molto vigorose e con grosse radici che rendono poco affidabile la coltivazione in vaso, ma molto soddisfacente quella in piena terra.

Conviene dedicare a ciascun esemplare uno spazio ampio almeno 60 cm. perchè possano svilupparsi al meglio ed, una volta impiantate, è importante lasciarle nello stesso posto, dove se si trovano bene, dureranno per decenni, alcuni dicono anche cinquanta anni!

L’esposizione che preferiscono è in pieno sole, ma non disdegnano la mezzombra, specialmente nelle ore del mattino e nei luoghi con un clima molto caldo.

Si adattano bene a qualsiasi terreno, ma i ristagni idrici danneggiano seriamente la salute delle sue radici e questo è un altro motivo per cui non vivono bene nei vasi, contrariamente alle peonie arbustive che hanno un’apparato radicale più contenuto.

Il periodo migliore per il primo impianto va da ottobre fino a febbraio, ma l’inizio dell’autunno è da preferire perchè offre alle radici la possibilità di attecchire con le piogge e di entrare in riposo con l’arrivo del gelo. Le peonie Lactiflora ‘Sarah Bernhardt’, come le altre peonie erbacee, sono molto lente ad arrivare al loro pieno sviluppo: impiegano, infatti, dai tre ai quattro anni.

Si riproducono per seme, ma il metodo più veloce per avere nuovi esemplari è quello di dividere le radici di una pianta già ben sviluppata. Una volta estratta la radice dal terreno, si lava con un getto d’acqua e si tagliano delle sezioni che abbiano almeno 3 o 4 gemme. Anche questa operazione è consigliabile svolgerla all’inizio dell’autunno.

Tra rose e peonie - un giardino in diretta
Tra rose e peonie – un giardino in diretta

La fioritura delle peonie Lactiflora ‘Sarah Bernhardt comincia a maggio, nel mio giardino arrivano al massimo splendore in giugno e sono una sinfonia di colore e di profumo con le rose a cui fanno compagnia. La prossima primavera avranno come vicine di aiuola anche le gaure che ho inserito lo scorso settembre, sognando la mia bordura in stile cottage. Intanto, di una pianta ne ho fatte due che ho messo nell’aiuola di fronte, ai lati della bella rosa Pierre de Ronsard ed un altro pezzetto di primavera è preparata!

piante di ottobre: Peonia Lactiflora ‘Sarah Bernhardt’
Tag:                                 

4 pensieri su “piante di ottobre: Peonia Lactiflora ‘Sarah Bernhardt’

  • 29 Ottobre 2015 alle 20:13
    Permalink

    Uhm c'e'un concorso fotografico del National Geografic…tu divresti, potresti…

    Rispondi
    • 30 Ottobre 2015 alle 11:03
      Permalink

      sì, magari, Sara! però, nella prossima vita, giuro, ci provo a fare la fotografa di professione, sarebbe proprio un bel lavoro 😉

      Rispondi
  • 30 Ottobre 2015 alle 13:22
    Permalink

    La ho appena comprata e spero che diventi bella come la tua… Sono troppo belle le peonie! 🙂

    Rispondi
    • 2 Novembre 2015 alle 16:18
      Permalink

      questo è il momento giusto per impiantarla e non ti impressionare se il primo anno, ma anche il secondo, farà solo foglie. Ci mette qualche stagione per partire con le fioriture, ma poi, vedrai, sarà bellissima, ne sono sicura!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *