piante di dicembre- elleboro fetido (helleborus foetidus) - un hgiardino in diretta
piante di dicembre – elleboro fetido (helleborus foetidus) – un giardino in diretta
Sotto zero. Da qualche mattina si comincia così in questo giardino. La mia ispezione quotidiana con la tazza del caffè in mano è stata ufficialmente abolita! Si rimanda a qualche sporadica visita nel pomeriggio…scherzo, in realtà, non resisto e nonostante il freddo una rapida occhiata la lancio sempre.
A farmi soffermare oggi è la pianta di elleboro fetido (helleborus foetidus) che mi ha catturarto lo sguardo con il verde chiaro dei germogli del suo fiore. Bisognerà aspettare Marzo per vederli sbocciati (vedi qui e qui), ma intanto le sue belle foglie verde scuro restano per tutto l’inverno ed i suoi fusti che si allungano portano un tocco di quel verde acido che accende l’aiuola sotto il ciliegio.

piante di dicembre – elleboro fetido (helleborus foetidus) – un giardino in diretta
La pianta di elleboro fetido (helleborus foetidus), detta anche elleboro puzzolente, è un’altra povera pianta che si porta dietro questo spiacevole aggettivo ingiustamente. Anche a stropicciare le foglie io non avverto nessun cattivo odore. E’ più probabile che “fetido”, nel senso di “cattivo” si riferisca al fatto che ogni parte della pianta è velenosa e che, se ingerita, procura un avvelenamento.
L’elleboro fetido (helleborus foetidus) è una erbacea perenne che presenta delle robuste radici scure, i fusti sono legnosi solo alla base quando strisciano sul terreno, poi diventano eretti.
Raggiunge un’altezza variabile tra i 20 ed i 60 cm. e forma dei bei cespugli tondeggianticon foglie che diventano sempre più grandi fino a misurare un’ampiezza massima di 30 cm.
I fiori dell’elleboro fetido (helleborus foetidus) sono bellessimi, secondo me, specialmente quando compare quel caratteristico bordino rosso ai margini dei petali. E poi, sono tra le fioriture che annunciano la primavera e placano l’ansia del giardiniere che è ben stufo dell’inverno.
Si riproduco facilmente da seme, anzi meglio, fanno tutto da soli e si autodisseminano come piace a me. Oppure, si prelevano porzioni di rizomi e si interrano in terriccio ricco di materia organica, alleggerito da perlite per assicurare un buon drenaggio. 
Questa bella pianta, come solitamente gli ellebori, vive ai margini dei boschi cedui, nella mezzombra di alberi e cespugli, adattandosi anche a luoghi sassosi e salendo fino a quota 1000 s.l.m.
Per questo nel mio giardino ho destinato all’elleboro fetido (helleborus foetidus) un posto nella nuova aiuola che sto allestendo sotto il ciliegio.
Unica cura necessaria è quella di tagliare via i fusti che seccano dopo la fioritura. Se vuoi, puoi guardare come si fa in questo video, raccolto nella mia playlist “altri giardinieri”. E’ in inglese, ma il gesto è chiaro anche senza traduzione!
 ***
piante di dicembre - elleboro fetido (helleborus foetidus) - un hgiardino in diretta
piante di dicembre – elleboro fetido (helleborus foetidus) – un giardino in diretta
piante di dicembre: elleboro fetido (helleborus foetidus)
Tag:                                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *