piante di dicembre - agrifoglio (Ilex aquifolium) - un giardino in diretta
piante di dicembre – agrifoglio (Ilex aquifolium) – un giardino in diretta

Una delle piante più belle che salgono alla ribalta nel periodo di Natale è l’agrifoglio (Ilex aquifolium). Già i Celti lo usavano per realizzare ghirlande durante le feste dedicate al solstizio d’inverno, quando finalmente le ore di luce tornano a crescere, come simbolo di rinascita dopo l’oscurità invernale. Poi, anche i romani e, successivamente i cristiani hanno continuato ad usarlo come simbolo di fertilità e di buon augurio per il nuovo anno, ed ora il suo significato positivo è conosciuto in tutto il mondo.

 
Posso ammirare le belle foglie dell’agrifoglio (Ilex aquifolium) grazie al vicino che lo coltiva nel suo giardino, molto vicino alla recinzione di confine, tanto che i rami l’attraversano numerosi in cerca della luce del mattino. Anno dopo anno, gli ho fatto spazio ed ora, finalmente, si mescola con le foglie delle mie piante di pittosforo.
 
piante di dicembre - agrifoglio (Ilex aquifolium) - un giardino in diretta
piante di dicembre – agrifoglio (Ilex aquifolium) – un giardino in diretta
 
L’agrifoglio (Ilex aquifolium) ha origine nell’Europa centrale e meridionale e di parte dell’Asia ed è un grande arbusto sempreverde che raggiunge anche i dieci metri di altezza, ma spesso lo si incontra in natura di dimensioni decisamente più contenute, con una chioma piramidale e con più fusti principali.
 
La sua crescita è piuttosto lenta e non ama le posizioni in pieno sole, preferendo la mezz’ombra con qualche ora di sole del mattino. Resiste bene anche a temperature rigide (fino a -15°) e non è esigente in fatto di terreno, anche se bisogna evitare che affondi le sue radici in zone costantemente umide o del tutto asciutte.
 
L’agrifoglio (Ilex aquifolium) produce in primavera dei piccoli fiori, riuniti in mazzetti, che possono essere giallastri, quelli maschili, o di colore bianco rosato, quelli femminili. Le caratteristiche bacche rosse si sviluppano solo dai fiori femminili, ma è necessario che nelle vicinanze ci sia una pianta a fiori maschili. Oppure, bisogna acquistare una delle tante varietà ibridate che sono autofertili.
 
Le foglie di questo straordinario arbusto sono state studiate per la loro particolarità di presentarsi diverse tra di loro sulkla stessa pianta: alcune sono pungenti, mentre altre non presentano le tipiche punte, ma sono ovali.
Da questa ricerca, pubblicata sul Botanical Journal of the Linnean Society e riportata dal National Geographic, si rileva, infatti, che la stessa pianta produce foglie di tipo diverso man mano che si sale verso l’alto. Sembra che la pianta “decida volontariamente” quali foglie rendere pungenti, come meccanismo di autodifesa per proteggersi e non essere mangiata dagli animali.A me piace moltissimo anche quando è coltivato in vaso, ad alberello, e sogno di averne almeno uno da posizionare nella parte bassa del mio giardino. Purtroppo, in quella forma, è molto costoso per le mie povere tasche…ma prima o poi, la pazzia la faccio!

 
***
piante di dicembre - agrifoglio (Ilex aquifolium) - un giardino in diretta
piante di dicembre – agrifoglio (Ilex aquifolium) – un giardino in diretta
 
piante di dicembre: agrifoglio (Ilex aquifolium)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *