lavori di maggio in giardino - s.o.s. glicine - un giardino in diretta
lavori di maggio in giardino – s.o.s. glicine – un giardino in diretta
La nevicata del 25 aprile scorso ha prodotto danni maggiori di quelli che constatavo il giorno dopo: il glicine (Wisteria sinensis ‘Alba’) non ha perso solo la fioritura, ma anche tutte le gemme delle foglie che all’epoca stavano per aprirsi. Ora non ha neanche una foglia ed io sono molto preoccupata.

lavori di maggio in giardino - s.o.s. glicine - un giardino in diretta
lavori di maggio in giardino – s.o.s. glicine – un giardino in diretta

Da quelle due o tre nozioni in croce che ho nella mia testa di giardiniere della domenica, non c’è da stare allegri: zero foglie, zero fotosintesi, uguale: morte della pianta. Sono molto, molto preoccupata.
Ho chiesto al vivaista che me l’ha venduta cosa potevo fare per aiutare il mio glicine (Wisteria sinensis ‘Alba’) e la risposta è stata: “niente…le piante trovano sempre il modo di sopravvivere”.

lavori di maggio in giardino - s.o.s. glicine - un giardino in diretta
lavori di maggio in giardino – s.o.s. glicine – un giardino in diretta

Capisco che, di fronte al disastro che la stessa neve ha causato alle sue piante, dunque alla sua azienda, la mia ansia per la sorte del glicine gli sarà sembrata un esagerato ed isterico piagnisteo, privo di senso e di poco conto. Come dargli torto, però, io resto senza una risposta e con il mio problema irrisolto.

lavori di maggio in giardino - s.o.s. glicine - un giardino in diretta
lavori di maggio in giardino – s.o.s. glicine – un giardino in diretta
Fortunatamente, il mio glicine ha numerosi tronchi e, in quelli più giovani ed meno alti, qualche foglia è rimasta. Questo un po’ mi consola perchè anche se morissero tutti gli altri rami, qualcosa resterebbe a crescere e, forse, a fiorire di nuovo la sua magnifica e profumata pioggia di petali bianchi.

Ah che dolor!
Cosa posso fare per il mio glicine (Wisteria sinensis ‘Alba’), oltre ad aspettare con fiducia e speranza, come dice il mio vivaista? 
Lancio questo S.O.S dal mio giardino a te, giardiniere che passi di qui, magari hai l’esperienza necessaria per suggerirmi come aiutare questo sfortunato glicine a sopravvivere. 
Attendo con fiducia e trepidazione, anche verdetti drastici…grazie!
P.S. l’altro glicine (Wisteria sinensis ‘Amethyst’), per fortuna, è più precoce nella fioritura e le sue foglie, anche se bruciacchiate dal gelo, ci sono. Zero foglie, invece, anche per la vite americana (parthenocissus tricuspidata)…Ah che dolor!
lavori di maggio in giardino - s.o.s. glicine - un giardino in diretta
lavori di maggio in giardino – s.o.s. glicine – un giardino in diretta
lavori di maggio in giardino: s.o.s. glicine!

10 pensieri su “lavori di maggio in giardino: s.o.s. glicine!

  • 16 Maggio 2016 alle 9:29
    Permalink

    Io credo che dovresti aspettare per vedere se si risveglia e poi potare. Se tagli un ramo dentro è verde o secco? Dovrebbero reggere fino a -15 quindi magari è morto qualche ramo ma non la pianta. Solo le piante giovani sono delicate. Comunque, io sono una dilettante. Se vuoi prenderti la briga, prova ad andare sul sito wisteria.it. Lì trovi mail e recapiti telefonici del vivaio Vignoli, di Pistoia, lo conosco perché è qua vicino. E' specializzato in glicini di ogni sorta ed è un vero esperto. Mi dicono che sia una persona molto disponibile nel rispondere alle domande. Magari ti sa aiutare… Io proverei a scrivergli. Spero che la tua pianta si riprenda, a me uno è morto improvvisamente l'estate scorsa e non ti dico il rodimento. Due giorni prima stava bene e poi…Puff! Secco.Devo ancora capire di cosa sia morto. Forse un virus. In bocca al lupo. Spero che passi qualcuno che possa esserti più utile di me.

    Rispondi
    • 17 Maggio 2016 alle 9:53
      Permalink

      i rami sono ancora verdi all'interno, ma cominciano a seccare proprio perchè senza foglie. Non so se la potatura possa aggiungere stress alla pianta e per questo esito. Chiederò via mail un suggerimento all'esperto che mi consigli tu, mi sembra la cosa più sensata da fare, grazie mille Novella!

      Rispondi
    • 18 Maggio 2016 alle 8:06
      Permalink

      ho scritto ed ho avuto questa risposta: "Non credo che una gelata tardiva possa far morire un glicine, è una bella botta nel momento più delicato ma dai rami più legnosi spunteranno nuove gemme che al momento sono allo stato latente.
      Non potare, aspettare la nuova vegetazione e poi faccia una rimonda delle parti morte." Ecco, credo proprio che seguirò questo prezioso consiglio, grazie Novella per la dritta, e grazie anche alla disponibilità del signor Francesco!

      Rispondi
    • 21 Maggio 2016 alle 9:29
      Permalink

      Sono felice che ti abbia risposto e di essere stata un pochino utile! Attendiamo il risveglio, su, bravo glicine!

      Rispondi
  • 16 Maggio 2016 alle 11:23
    Permalink

    Il consiglio di Novella mi sembra il piu'sensato,anch'io farei cosi' aspetterei ancora un po'e magari la pianta ricacciera' le foglie cosi'capirai meglio cosa c'e'da eliminare.Good luck!

    Rispondi
    • 17 Maggio 2016 alle 9:55
      Permalink

      sì, infatti concordo. La strategia giusta è chiedere consiglio prima di tagliare e nel frattempo incrocio le dita…ciao ciao Giuliana!

      Rispondi
  • 16 Maggio 2016 alle 12:56
    Permalink

    Io sono una giardiniera ultra dilettante e a volte senza speranza e quindi non ti so dire,forse aspettare è un buon consiglio dato che le piante sanno fare bene(forse meglio)anche senza di noi!
    Auguri!

    Rispondi
    • 17 Maggio 2016 alle 9:57
      Permalink

      e già, Lorenza! E' verissimo, come dici tu, la natura è il miglior giardiniere del mondo, nel mio piccolo cerco solo un modo per aiutarla e rendermi utile 😉

      Rispondi
    • 17 Maggio 2016 alle 9:59
      Permalink

      parole sante, Helena! Le rose che normalmente avrebbero patito l'ombra delle foglie del glicine, ora sono felicissime di questa sciagura…ma perdere il mio glicine bianco mi fa male al cuor…

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *