16 pensieri su “In diretta dal giardino: buongiorno! 326/365

  • 14 Agosto 2014 alle 11:18
    Permalink

    Mi servirebbe qualche consiglio per far crescere i miei belli e felici,sono gia'4/5anni che li ho piantati e sono sempre alti uguali(circa 50/60cm.),in primavera sono rigogliosi di foglie poi si bloccano! Non irrigo ma sono posti nella mezzombra. Cheddevo fa'?giuliana

    Rispondi
    • 15 Agosto 2014 alle 10:33
      Permalink

      dove sono? in vaso o in piena terra? cmq, tieni presente che la loro crescita è molto lenta…ma parliamone che sono curiosa! 🙂

      Rispondi
    • 17 Agosto 2014 alle 16:42
      Permalink

      In piena terra,mezzombra.Non irrigo e non concimo.In effetti quest'anno,che e'piovuto parecchio,sono piu'ben messi,con qualche esile rametto in piu' e solo qualche foglia con bordo secco.Ma sono comunque patiti.Eppure li vedo in giardini piccolissimi ed assolati e sono bellissimi e rossissimi.Qualche consiglio miracoloso da darmi?many thanks.g

      Rispondi
    • 18 Agosto 2014 alle 8:33
      Permalink

      ho un solo piccolo acero, ma che prospera senza problemi vista la sua posizione al sole al mattino e in ombra luminosa al pomeriggio, anche se in un terreno molto alcalino. L'unica accortezza che ho usato quando era più giovane e vedevo le foglie con qualche segno di secchezza è stata di pacciamare il terreno intorno al fusto con foglie secche, per lo più di quercia che acidificano leggermente, d'inverno direttamente con le sue. Per i consigli miracolosi, credo sia meglio che tu ti rivolga ad Alessandro, un appassionato collezionista di aceri. Lo trovi qui: http://politicacerierockroll.blogspot.it

      Rispondi
    • 18 Agosto 2014 alle 11:40
      Permalink

      Pacciamare! Ecco la parola magica! Quest'autunno lo faro'.Grazie1000.g:-)

      Rispondi
  • 20 Agosto 2014 alle 12:35
    Permalink

    Anonimo puoi contattarmi tramite il blog
    http://politicacerierockroll.blogspot.it/
    o tramite mail biagioli.alessandro@libero.it non irrigo e non concimo puo andare bene per gli aceri nostrani tipo Acer campestre o opalus per gli aceri giapponesie americani cè bisogno almeno di irrigazione costante almeno che non siano bordo lago e con terreno fertilissimo per apporto di limo … per rispondere con precisione occorre sapere :che cultivar sono ,parecchie sottospecie come i dissectum non vanno oltre i due metri in 30 anni . come pacciamatura si possono usare anche foglie e pigne di Pinus ..insomma conifere in genere ,vanno bene quelle d quercia nostrana quelle delle quercie americane sono un po troppo grandi e possono causare asfissia..vanno benone quelle di faggio-infine piccola correzione ortografica si scrive Acer palmatum Ornatum maiucolo solo il genere e la cultivar si omette la sottospecie ,perchè in natura non esiste .esiste infatti :palmatum,amoneum,matsumurae e una coreana la quale viene nominata come cultivar ossia Acer palmatum Koeran gem :))

    Rispondi
    • 21 Agosto 2014 alle 9:04
      Permalink

      grazie Alessandro per tutti i tuoi consigli! Speravo proprio che tu potessi condividere il tuo sapere sugli aceri qui con noi in questo giardino e sono contenta che ancora non ti rassegni alle mie imprecisioni! 🙂

      Rispondi
  • 20 Agosto 2014 alle 12:44
    Permalink

    si pacciamano a febbraio in autunno non serve almeno per gli aceri la pacciamatura serve come regolazione dell umidita del terreno inoltre nessuna cultivar rimane rosso/porpora in estate almassimo le foglie rimangono cosi fino a meta giugno poi virano ad un verdescuro/porpora sbiadito fino all autunno dove virano a secondo della cultivar dall arancio al giallo,al rosso vivo

    Rispondi
  • 20 Agosto 2014 alle 16:48
    Permalink

    Ciao Alessandro, ti ringrazio tantissimo di tutte le informazioni sugli aceri,mi riprometto di scriverti appena riesco a risalire ai generi presenti in giardino (ho perso le etichette da vivaio).Grazie per la tua disponibilita'. Giuliana 🙂

    Rispondi
    • 21 Agosto 2014 alle 9:06
      Permalink

      hai visto Giuliana, che bell'incontro? uh come sono contenta! 🙂

      Rispondi
    • 22 Agosto 2014 alle 1:49
      Permalink

      Da giardiniera improvvisata(come ero agli inizi &come sono tuttora!)-ma sempre desiderosa di apprendere-e nonostante riviste del settore,libri e siti vari, quello che rimane lo si impara sul campo!…e dai generosi consigli di qualche buon incontro 😀 giuliana

      Rispondi
    • 22 Agosto 2014 alle 9:38
      Permalink

      il mio giardino è sempre aperto per chi ha voglia di condivide esperienze, i giardinieri qui coltivano passioni, non solo piante! 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *