Abbazia di San Giovanni – Lucoli (AQ)

Oggi ti porto di nuovo tra le montagne di Lucoli (AQ), all’Abbazia di San Giovanni, non per visitare il bellissimo convento benedettino la cui fondazione risale al 1077 e per il quale sono state raccolte quasi 5000 segnalazioni a“I luoghi del cuore F.A.I” per il suo restauro, ma per conoscere la storia ed il significato del Giardino della Memoria che qui ha trovato le sue radici.
Abbazia di San Giovanni a Lucoli (AQ)
Il Giardino della Memoria si trova nel parco dell’abbazia, a quasi 1000 s.l.m, ed è stato voluto, progettato e realizzato dall’associazione Noi X Lucoli per ricordare le 309 vittime del terremoto del 6 aprile 2009
E’ un luogo che porta i segni nelle sue pietre millenarie di un’intensa spiritualità che anche il visitatore più distratto riesce a cogliere.  
Toyoshige Sekiguchi, 
monaco buddista giapponese, prega per le vittime e per la pace nel mondo (28 maggio 2013)

Un luogo di pace. E di solidarietà che arriva anche da molto lontano. E di preghiere che si elevano da diverse professioni religiose per le vittime di tutti i disastri naturali nel mondo.

la targa del Keren Kayemeth LeIsrael che ha donato un olivo per le vittime del terremoto di L’Aquila, dello tsunami in Giappone e di tutti i disastri naturali nel mondo (maggio 2011)

Il senso profondo di queste targhe commemorative, però, lo si legge negli alberi che sono stati piantati in questo giardino di montagna. Ogni albero ha ai suoi piedi una pietra con il nome del donatore che ha contribuito a questo memoriale con un gesto di vita. 


Sono alberi da frutto di antiche specie, ricercate con cura nel territorio per annodare la memoria al presente e coltivate per raccontare la vita che continuerà a fiorire e a dare frutti, anche con le condizioni più avverse di questa terra.

melo “rossa d’estate”

La cura di questo Giardino della Memoria e dei suoi alberi da frutto di antiche specie è affidata ai volontari dell’associazione Noi X Lucoli, mantenerlo vivo dipenderà dall’attenzione di vorrà visitarlo.

Ascolta la storia della nascita di questo giardino dalla voce di Emanuela Mariani, presidentessa dell’associazione, che ci parlerà anche dei progetti per il futuro. Questi alberi, infatti, danno frutti ed anche semi…

Il Giardino della Memoria a Lucoli: antichi alberi da frutto per ricordare
Tag:                                     

3 pensieri su “Il Giardino della Memoria a Lucoli: antichi alberi da frutto per ricordare

  • 12 Settembre 2014 alle 16:30
    Permalink

    I soci di NoiXLucoli Onlus ringraziano per questa bella storia illustrata a perfezione che comunica ai lettori del Blog i nostri sogni. Siamo forse seguaci di Jean Giono, pensiamo che gli alberi abbiano un'anima e soprattutto che rendano più umani gli uomini. Veniteci a trovare ci farà immenso piacere.
    Emanuela Mariani

    Rispondi
  • 13 Settembre 2014 alle 11:39
    Permalink

    Questo giardino e'un bellissimo posto:per quello a cui e'dedicato,per le piante che raccoglie,per l'abbazia antica. Se e quando tornero'in Abruzzo,insieme agli altri posti che ci hai fatto conoscere in questo blog,non manchero'di visitarlo con piacere.giuliana

    Rispondi
  • 13 Settembre 2014 alle 14:45
    Permalink

    fa bene sentir parlare di sentimenti
    beti piotto

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *