Non ne posso più, voglio andare in vacanza! Tu, no? Di viaggi, anche per questa stagione non se ne parla, ma almeno un po’ di sano riposo tra la natura in dolce far niente lo posso sognare? Bene, la mia condizione ideale per godere belle giornate oziose è stare sdraiata, magari con un bel libro, su un’amaca!

Questa strepitosa invenzione arriva in Europa attraverso Cristoforo Colombo che introdusse l’uso dell’amaca sulle navi eliminando così l’abitudine dei marinai di dormire per terra.

Per sognare l’amaca perfetta, ho selezionato nella mia bacheca Pinterest “Il giardino che vorrei…” le più belle amache che ho trovato e, come ogni mercoledì, ecco i 7 migliori pin della settimana! Meno male che almeno sognare non costa nulla! 

il giardino che vorrei: pin n° 1 
pin n° 1

In questo lussuoso patio vista mare penso che chiunque avrebbe la possibilità di “staccare la spina”. Aggiungerei anche il servizio di un maggiordomo, poni il caso che ti venga sete…

il giardino che vorrei: pin n° 2

pin n° 2

Una rinfrescante pausa in un riad in Marocco? Magari, dopo un’eccitante esplorazione di questa terra affascinante? Sì, sì, si può fare! Nella foto non si vede, ma mi serviranno un the alla menta appena solleverò pigramente un dito!

il giardino che vorrei: pin n° 3

pin n° 3

Pace assoluta sulle boscose rive di un lago, anche questa sistemazione mi piacerebbe molto, solo se mi sono ricordata di mettere in valigia uno spray repellente per gli insetti. Non vorrei essere disturbata nei migliori momenti di contemplazione da una zanzara altrettanto oziosa!

il giardino che vorrei: pin n° 4

pin n° 4

Come vedi, in questo bel giardino della campagna Provenzale, quell’amaca aspetta impaziente il mio arrivo. Mi faccio desiderare ancora un po’, poi approfitterò con nonchalance della sua accoglienza.

il giardino che vorrei: pin n° 5

pin n° 5
Certo che anche un panorama montano non mi disturberebbe per niente. Mi piace da morire guardare lontano, quando gli occhi si stancano di leggere ed un lieve sbadiglio affiora più pigro di me…
il giardino che vorrei: pin n° 6

pin n° 6

Una lunga scarpinata in visita in una bella capitale del nord Europa e poi un sonnellino ristoratore in terrazza potrebbe essere un bel programma di vacanza. Mi raccomando, però, sveglaitemi solo quando è ora di andare a cena!


il giardino che vorrei: pin n° 7
pin n° 7

Se proteggessi la mia amaca in giardino con una semplice zanzariera come questa, magari resto a casa e mi risparmio anche di fare la valigia. L’ozio è una cosa seria e va sempre ricercato al meglio! 🙂

E tu di che amaca sei? Raccontami come ti piace oziare!
***
Per questa settimana è tutto, ma se vuoi vedere i miei pin in diretta, segui la mia bacheca “Il giardino che vorrei…“, oppure ci troviamo qui mercoledì prossimo!
il giardino che vorrei: i 7 migliori pin della settimana
Tag:                             

8 pensieri su “il giardino che vorrei: i 7 migliori pin della settimana

  • 16 luglio 2014 alle 12:56
    Permalink

    ah l amaca !io sono disneyano e Paperino è un mio mito!quindi ho sempre ambito un amaca dove leggere e bere un goccio…ebbene pensavo fosse la prima cosa che avrei inserito in giardino…in realta non cè l ho ancora..

    Rispondi
    • 17 luglio 2014 alle 10:34
      Permalink

      l'amaca, mio caro Alessandro Paperino, è arrivata nel mio giardino prima degli alberi e del prato! …peccato, però, che poi non trovo mai il tempo per usarla degnamente! che destino ingrato è riservato a noi giardinieri 😀

      Rispondi
  • 16 luglio 2014 alle 19:25
    Permalink

    Fantastica la nm.6! Mannaggia non ho 4 alberi a quadrato,allora vado sull'ambientazione nm.4:relax in ozio casalingo e mai senza un libro. Che pacchia!Vacanze:hanno un gran difetto,sono sempre troppo poche 🙁 ciaoooo Giuliana

    Rispondi
    • 17 luglio 2014 alle 10:39
      Permalink

      cara Giuliana, comincio a pensare, o meglio a convincermi, che l'ozio casalingo sia la migliore vacanza che si possa fare, eppure mi ritrovo a sognare, senza realizzare, perfino questo! Ma come si fa? Vacanze ed un'amaca per tutti, subito! 🙂

      Rispondi
    • 17 luglio 2014 alle 10:42
      Permalink

      capisco, PattyLoc, anch'io ho avuto questa difficoltà all'inizio, poi quando ho assaporato la piacevolezza dell'abbandono, non mi sarei più alzata! Lasciati coccolare, vedrai che quella brutta sensazione se ne va… 🙂

      Rispondi
  • 16 luglio 2014 alle 21:32
    Permalink

    Ah, le mie ferie estive stanno per finire, per cui più poche ore da passare sull'amaca per me, se mai la avessi! Scelgo la nr. 4!! Per quanto riguarda l'ozio, direi che non sono solita oziare, non so come si fa 🙂

    Rispondi
    • 17 luglio 2014 alle 10:50
      Permalink

      eh l'ozio è un'arte, bisogna studiare per praticarla, non s'improvvisa! Non è semplicemente smettere di fare cose, ma lavorare sul proprio benessere, lasciando andare i pensieri in direzioni inesplorate, resistere ai soliti impulsi per trovarne altri, trovare il tempo per praticarlo…sembra facile 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *