Crisantemo (chrysanthemum morifolium) - un giardino in diretta
Crisantemo (chrysanthemum morifolium) – un giardino in diretta

Il genere Chrysanthemum comprende più di 200 specie di piante, il mio, quello che cresce ormai da tre anni sul mio balcone, è comunemente detto “crisantemo dei fioristi”. Fa parte, infatti, di una lunga schiera di varietà ottenute dal Chrysanthemum indicum (cinese) e il crisantemo morifolium (giapponese).


la prima fioritura del Crisantemo (chrysanthemum morifolium) - un giardino in diretta
la prima fioritura del Crisantemo (chrysanthemum morifolium) – un giardino in diretta
crisantemi morifolium hanno foglie lobate di un verde piuttosto scuro e fioriscono in genere tra ottobre e dicembre. La loro altezza varia da 50 a 80 cm e si espandono altrettanto.
Comprato nella ricorrenza del 2 novembre, più per la bellezza dei suoi fiori che per tradizione, non mi piaceva l’idea di perderlo come quelli acquistati negli anni precedenti. 
Non conoscendo le caratteristiche della pianta, nè se fosse perenne, nè tantomeno se resistesse al gelo, ho comunque sempre provato a metterli in piena terra in giardino, dopo la loro lunga fioritura. 
Tutti gli esperimenti sono finiti senza successo, ai primi geli. 
Con questo crisantemo (chrysanthemum morifolium) ho provato un’altra tattica: l’ho trapiantato nel grande e vecchio contenitore di zinco che avevo sul balcone, dove le temperature sono meno rigide che in giardino di diversi gradi. Esposto in pieno sud, se fosse stata una pianta perenne, ho pensato, avrebbe avuto più possibilità di sopravvivere al gelo. E così è stato, ora mi godo la sua terza fioritura!
Le cure che gli ho riservato sono state davvero poco impegnative: innaffiature costanti, in modo che il terriccio risultasse sempre umido al tatto, più frequenti ovviamente in estate ed ora nel periodo della sua fioritura, e poi, concime liquido universale, una volta al mese. 
Lo scorso anno ho praticato la cosidetta “sbocciolatura”, cioè ho tolto i capolini in formazione intorno al capolino apicale. Questa operazione favorisce lo sviluppo di fiori più grandi, ma uno per ramo e meno pesante sui rami che, altrimenti, tendono a distendersi a terra. 
Questo anno volevo provare a vedere cosa succedeva alla mia pianta di crisantemo (chrysanthemum morifolium) senza procedere alla “sbocciolatura” e devo ammettere che è una pratica da consigliare perchè tutto il portamento della pianta migliora in bellezza e compattezza.

Peccato che in molti paesi occidentali, tra cui il nostro, il significato dei crisantemi sia legato al concetto della morte ed al culto dei morti e per questo. poco apprezzati come piante da giardino. Nei paesi orientali, invece, compresa Cina e Giappone, ma anche nei paesi anglosassoni, il crisantemo è considerato un simbolo di gioia, vitalità e pace.

E’ il fiore nazionale del Giappone, dove l’imperatore, in occasione della fioritura, apre al pubblico i suoi giardini per mostrare le più recenti varietà a tutti gli invitati. 
Non sono giapponese, ma, giuro che mi sento orgogliosa come un imperatore a mostrarti il mio crisantemo morifolium che trabocca di fiori!
fiori di novembre: Crisantemo (chrysanthemum morifolium)
Tag:                             

4 pensieri su “fiori di novembre: Crisantemo (chrysanthemum morifolium)

  • 16 Novembre 2015 alle 15:48
    Permalink

    Una fioritura strepitosa!Che fiori pieni e carnosi!E non potevano essere che di colore bianco,i più belli per me.Cara giardiniera i tuoi successi sono sempre più numerosi,complimenti 🙂

    Rispondi
    • 18 Novembre 2015 alle 13:49
      Permalink

      mi ha fortemente sorpreso Giuliana, non credevo che questo arbusto potesse tanto e ne sono felice 🙂

      Rispondi
  • 16 Novembre 2015 alle 18:56
    Permalink

    E' un vero peccato che passino solo come fiori dei morti, ci sono una infinità di colori e forme e sono piante relativamente facili.
    Complimenti, davvero bello il tuo!

    Rispondi
    • 18 Novembre 2015 alle 13:53
      Permalink

      Ne ho scoperti tantissime varietà a me sconosciute su pinterest e ne sono rimasta estasiata. Il mio è davvero un crisantemo comune, credo addirittura di averlo comprato in un supermercato, decisamente facile da coltivare, e con un risultato che te ne fa infischiare del gusto comune. Che dire? Peccato per chi non sa apprezzarlo al di fuori del cimitero!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *