fiori di novembre - amaryllis, le cure dopo la fioritura - un giardino in diretta
fiori di novembre – amaryllis, le cure dopo la fioritura – un giardino in diretta

Insomma, per la prima volta non sono contenta di una fioritura! Scherzo, ovviamente, ma davvero il mio bulbo di amaryllis mi ha preso in contropiede, lo avrei voluto vedere fiorito per Natale, ed invece eccolo qui, splendente come mai, a mostrare i suoi quattro enormi fiori candidi, con sfumature verde chiaro alla gola e stami arancio.

Parlo di amaryllis  perchè è comunemente conosciuto con questo nome, ma botanicamente bisogna chiamarlo hippeastrum, un bulbo decisamente meno rustico e da coltivare in vaso. Per il momento mi godo la sua bellezza, ma poi, una volta che i fiori svaniranno vorrei curarlo come si deve in modo che l’anno prossimo ripeta il suo ciclo naturale.

fiori di novembre - amaryllis (hippeastrum 'mont blanc') - un giardino in diretta
fiori di novembre – amaryllis (hippeastrum ‘mont blanc’) – un giardino in diretta
La fioritura di amaryllis (hippeastrum) dura dalle tre alle quattro settimane, se lo si mantiene in un ambiente fresco, luminoso e non esposto a correnti d’aria, nè al sole diretto.
Quando, però, i fiori appassiscono è necessario staccarli dalla pianta in modo che non inizi la formazione dei semi. Una volta eliminati tutti i fiori, si taglia anche lo stelo e si lasciano sviluppare le lunghe foglie nastriformi e lucide, continuando ad innaffiarlo con regolarità, aspettando che il terriccio asciughi bene prima di bagnarlo.

Scongiurato il rischio di gelate, il vaso con il bulbo di amaryllis (hippeastrum) può essere portato all’esterno, in una posizione a mezzombra dove dovrà essere innaffiato con maggior frequenza aggiungendo del fertilizzante in modo che il bulbo trovi il nutrimento necessario per rifarsi le proprie riserve.

Al giungere dell’estate, bisogna sospendere le innaffiature e smettere di fertilizzare. Le foglie, a questo punto, ingialliscono e danno il segnale che il bulbo è entrato nel periodo di riposo vegetativo.
Quando le temperature esterne comincieranno a scendere sotto i 15°C. è il momento di riportare in casa il vaso con il bulbo di amaryllis (hippeastrum) e così riprenderà il suo ciclo e la preparazione di una nuova fioritura. 
***

guarda altri amaryllis nella bacheca “Il giardino che vorrei…”

fiori di novembre: amaryllis, le cure dopo la fioritura
Tag:                                 

9 pensieri su “fiori di novembre: amaryllis, le cure dopo la fioritura

  • 18 Novembre 2015 alle 13:56
    Permalink

    L'amaryllis è il tipico fiore svedese di Natale. Mio nipote che abita in Svezia, mi ha spiegato come fannno da loro per averlo fiorito a Natale : si compra il bulbo, si tiene in frigo fino ad un mese prima ( verso il 20 di novembre circa) si mette a bagno e in casa al caldo e a Natale fiorirà. Preferisco i bulbi di narciso , li ho già comprati e proverò se funziona….
    Laura R

    Rispondi
    • 19 Novembre 2015 alle 8:16
      Permalink

      Infatti, Novella, il piano era quello: averli fioriti per Natale! Vabbè, poco male, ne prenderò un altro 😉

      Rispondi
  • 3 Aprile 2018 alle 9:14
    Permalink

    Dopo la fioritura è cresciuto un nuovo stelo e temo siano i semi . Cosa devo fare ? Tagliare?
    Grazie Elena

    Rispondi
    • 3 Aprile 2018 alle 10:39
      Permalink

      ciao Elena, i semi si sviluppano quando il fiore appassisce…lascia crescere il nuovo stelo!

      Rispondi
  • 11 Aprile 2018 alle 11:53
    Permalink

    Buongiorno, le foglie dei miei bulbi di amaryllis piantati in vaso hanno cominciato ad ingiallire. Le sto tagliando man mano che ingialliscono. Devo continuare ad innaffiare il terriccio? Poi cosa devo fare una volta che le ho asportate tutte? Tengo i bulbi nei vasi senza bagnarli fino all’autunno? Grazie, Barbara

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *