fiori di agosto - Rosa Gruss an Aachen - un giardino in diretta
fiori di agosto – Rosa Gruss an Aachen – un giardino in diretta

Questa rosa è una forza della natura, il suo nome è  “Gruss an Aachen“. Era già fiorita alla fine di maggio (la puoi vedere in questa foto) e per tutto il mese di giugno ha continuato il suo spettacolo, poi si è presa una pausa nel mese di luglio ed ora ha ricominciato a colorare del suo magnifico bianco questo mese di agosto caldissimo.

Gruss an Aachen” è una rosa che risale al 1909, derivata dal famoso ibrido perpetuo “Frau Karl Druschki”. Alcuni sostengono che sia la rosa che ha dato inizio alla classe delle Floribunda.

E’ una bella pianta cespugliosa, ordinata e ricca di foglie verde scuro. I boccioli hanno i bordi con sfumature arancione, rosso e giallo, mentre i fiori aperti dissolvono in un bel bianco crema ed hanno un buon profumo.
Anche recisi i suoi fiori, durano a lungo, almeno così dicono le fonti che ho consultato, ma non ho mai avuto il coraggio di portare in casa questi grappoli di candore.
Mi fa un piacere immenso vederla prosperare nonostante il caldo e gli improvvisi temporali che le sciupano i petali. Questa rosa “Gruss an Aachen riesce a portare una nota di freschezza al giardino che in questo momento è quasi muto di colore e suona solo sinfonie verdi.
Al massimo, recupero i suoi petali sfiniti e li raccolgo in un cestino per farne un pot-pourri da tenere in casa il prossimo inverno…
fiori di agosto: Rosa Gruss an Aachen
Tag:                                     

2 pensieri su “fiori di agosto: Rosa Gruss an Aachen

  • 6 Agosto 2015 alle 6:45
    Permalink

    Ooohhh bene!!!!
    Allora non sono l'unica che NON raccoglie i fiori dal proprio giardino.
    Davvero, non ci riesco…da me i fiori nascono, fioriscono e muoiono…sulla pianta!
    Bella la tua rosa, i suoi fiori burrosi piacciono anche a me, ma purtroppo non ho lo spazio per ospitarla nel mio giardino.
    Ciao!

    Rispondi
    • 7 Agosto 2015 alle 9:50
      Permalink

      che ne so, Luisella, tagliarli mi sembra un sorta di sacrilegio! A volte mi è capitato di tagliare dei fiori perchè qualche amica in visita me l'ha chiesto, ma l'ho sempre fatto con estrema riluttanza e con grande sacrificio, diciamo che preferisco regalare talee o semi… 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *