Delosperma cooperi - un giardino in diretta
Delosperma cooperi – un giardino in diretta

Se sei un asprirante giardiniere, la Delosperma cooperi è la pianta giusta per imparare a coltivare fiori in giardino o in vaso: è indistruttibile!

Resiste a tutto: al caldo atroce di questi giorni e alle gelate impietose dell’inverno (anche – 15°). 
Si adatta a qualsiasi tipo di terreno, anche se in quello sabbioso trova la sua condizione ideale. Ha un portamento strisciante e tappezzante e per questa sua caratteristica, spesso viene impiegata nei giardini rocciosi.
Anche la siccità per la Delosperma cooperi non è un problema, ha la capacità di immagazzinare scorte idriche nelle sue foglie succulente ed è, dunque, a prova di aspirante giardiniere distratto.
Si riproduce sia per seme che per talea con estrema facilità: ogni rametto staccato dalla pianta madre ed infilato nella terra diventa nel giro di poco tempo una nuova pianta. 
In questo giardino di montagna comincia a fiorire ad aprile e continua fino a novembre, specialmente se si ha la cura di tagliare via i fiori appassiti.
Per anni ho avuto tre cassettine appese alla ringhiera del balcone esposto a sud dove hanno dato spettacolo durante l’estate, accontentadosi spesso della sola acqua piovana. Poi, come succede ai giardinieri curiosi e golosi di novità, mi sono stufata e lo ho spostate in giardino in una posizione decisamente meno assolata ed anche più defilata: il colore sgargiante dei suoi fiori non è facile da accordare con altre fioriture. 
Il risultato di questa manovra è stata una fioritura ancora più vistosa e prolungata…Insomma, la Delosperma cooperi è una pianta che, una volta arrivata in giardino, non te ne liberi più! 😉
Delosperma cooperi, buongiorno giardinieri!
Tag:                                         

3 pensieri su “Delosperma cooperi, buongiorno giardinieri!

  • 16 luglio 2015 alle 10:38
    Permalink

    Qualcosa che la distrugge c'e'…la pipi'del gatto, che per un certo periodo( in primavera con il prato bagnato da frequenti piogge,per non bagnarsi le zampe…il signorino!)adorava farla nelle ciotole di Delosperma;per il resto hai ragione, caldo o freddo gli fanno un baffo!

    Rispondi
    • 16 luglio 2015 alle 13:22
      Permalink

      ah che gatto malandrino, Giuliana! …ma almeno così avrai rinnovato il contenuto delle ciotole! 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *