in diretta dal giardino su radio novella 2000

Oggi, alle 14.00, si va in onda in diretta su Radio Novella 2000, ospite dell’ Open Space di Carlotta.

Mi puoi ascoltare, oltre che sulle frequenze FM della radio, anche in streaming collegandoti a questo indirizzo: click! 🙂

Storie di condominio, recinzioni e gatti saranno gli argomenti che ti racconterò in diretta da questo giardino.

Poi, ti spiegherò il mio modo di fare un’acqua di rose naturale, fatta in casa, con i petali delle rose del giardino.

L’acqua di rose è un antico rimedio utilizzato delle nostre nonne per profumare la pelle, e che oggi si rivela un gesto piacevole per rinfrescare il viso esposto ad una giornata di smog e di stress.

 

acqua di rose fai da te - un giardino in diretta
acqua di rose fai da te – un giardino in diretta
L’acqua di rose favorisce il ripristino del ph naturale, è un tonico leggermente astringente ed è tanto delicato da essere adatto a tutti i tipi di pelle. In più, è facilissimo da fare in casa e in pochissimo tempo.
Per questa preparazione casalinga, sarebbe meglio scegliere i petali di rosa tra quelli meno esposti all’inquinamento atmosferico e per l’acqua rivolgersi alle nuvole, in questo modo avresti la garanzia di un prodotto naturale al 100%. Se ti è possibile, raccogli i petali in giardini e sostituisci l’acqua piovana con quella distillata.

Cosa serve

  • 1 tazza di petali di rosa
  • 2 tazze di acqua distillata (circa 500 ml)
  • una pentola
  • una garza di cotone
  • piccole bottiglie di vetro
Come si prepara


Metti nella pentola i petali di rosa dopo averli puliti e lavati da ogni impurità, ed escludi quelli più rovinati. Le dosi sono ovviamente moltiplicabili in modo proporzionale alla quantità di petali di cui disponi.
Versa sopra i petali l’acqua distillata, così da coprirli completamente.
Metti la pentola sul fuoco ed attendi l’inizio del bollore. Appena comincia a bollire è il momento di spegnere e lasciare macerare i petali fino a quando non perdono il loro colore, più o meno un’ora.
Una volta volta raffreddata, filtra con un colino o meglio con una garza di cotone.
Come si usa

Con questo procedimento l’acqua di rose dura circa 10 giorni, se volete conservarla più a lungo dovete aggiungere 1 cucchiaio di alcool per ogni tazza di petali. Per mantenere il più possibile il profumo dell’acqua di rosa è conveniente imbottigliarla in piccoli contenitori di vetro, ben sigillati, piuttosto che un solo contenitore grande.Oppure, distribuisci l’acqua di rose in contenitori per fare cubetti di ghiaccio e mettila in congelatore. Al mattino sarà una profumata sferzata di freschezza passare un cubetto di ghiaccio sul viso!

a martedì prossimo…
 
acqua di rose fai da te

Un pensiero su “acqua di rose fai da te

  • 27 maggio 2015 alle 18:23
    Permalink

    Son gia'due volte che non riesco a seguirti in radio e mi dispiace:-(.Bella ricetta per l'acqua di rose, adatta per me che ho pelle molto sensibilizzata.Sei una forza anche nei consigli di bellezza :-)Ebbravaa! giuliana

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *